In evidenza


Calcedonio

18 febbraio 1989

Ah, i bei tempi in cui a teatro ammannivano due, a volte perfino tre atti unici nella stessa serata! Erano come pranzi di più portate. Il palato, sedotto dalla prima, si disponeva di buon grado a gustare le successive.
Oggi, invece, la commedia in due tempi è l’equivalente di un pranzo a base di una sola pietanza. Una pastasciutta, magari. Con un intervallo tra una razione e l’altra.